Io e il mio blog ci presentiamo

Buongiorno a tutti, cari lettori.

Io e il mio blog sentiamo il bisogno di scrivere un’introduzione molto (poco) formale alla nostra esistenza sulla Terra. Dato che il mio blog è sprovvisto di mani per digitare le lettere sui pulsanti della tastiera, ha deciso di lasciar fare tutto il lavoro sporco a me e di limitarsi a ospitare quanto le mie dita decidono di battere. Mi prega di domandarvi scusa da parte sua e di dirvi che ciò nonostante tiene molto a voi e spera che abbiate voglia di leggerlo ogni tanto. Dargli una guardata veloce. Lasciare un commentino. Non fatelo sentire troppo solo, per favore, che poi tocca a me sorbirmi tutte le lamentele e i dilemmi esistenziali.

Mi presento solo io allora

Finalmente soli. Cosa posso raccontarvi di vagamente interessante? Sono una ragazza residente nella città più bella del mondo. No, non Parigi. New York? Macché, non scherziamo. Vivo a Roma, la città eterna. Come vi racconterò a breve, mi piace viaggiare e lo faccio spesso, ma ogni volta che esco dall’Italia inizio a sentire la nostalgia di Roma. Al rientro la guardo con occhi sempre nuovi e non mi capacito di quanto fortunata sia a vivere qua. Sarà la combinazione di monumenti storici, vicoli che si sono visti attraversare da milioni di persone diverse nel corso di centinaia di anni, parchi la cui altezza degli alberi toglie il fiato, il calore e l’ironia delle persone che ci vivono, il cibo invidiato in tutto il mondo? Probabilmente questo, e tante altre cose che non sono al momento in grado di articolare.

Come anticipavo prima, viaggiare è una mia grande passione e cerco di combinarla con l’altra mia ragione di vita: la corsa. No, davvero. Non solo cerco di indossare le scarpe da running e uscire a correre a ogni occasione possibile quando mi trovo a Roma, ma addirittura organizzo dei viaggi per potermi mettere in condizione di vivere la corsa all’interno di un altro Paese. Certo, non tutti i viaggi che faccio hanno l’obiettivo di andare a correre all’estero, ma mi capita spesso di organizzare una “vacanza” in modo da riuscire a partecipare a una corsa particolarmente rinomata o stimolante. Che si tratti di un weekend lungo in una capitale europea o di partecipare alla mezza maratona di Sarajevo, le mie scarpette da running vengono sempre con me.

Se siete arrivati fin qui, non vi stupirete affatto quando sul mio blog troverete un miscuglio ancora non bene identificato di corsa e viaggi. Benvenuti a bordo!