La mia prossima meta: il Portogallo!

Ho speso gli scorsi giorni a torturarmi nel tentativo di decidere dove passare le prossime (purtroppo corte) vacanze. Come vi avevo già raccontato, il desiderio di andare in Africa è forte ma con una sola settimana di tempo a disposizione avevo paura di non riuscire a rendere giustizia a una terra per me tanto nuova e tutta da esplorare. Anche l’idea di andare in Marocco o in Egitto, Paesi molto più facilmente raggiungibili rispetto a quelli subsahariani, è tramontata per le stesse ragioni. Del Nepal non se ne parla sempre per la questione del tempo, così come di mete che richiedono più di 4/5 ore di volo per raggiungerle dall’Italia. Rimasta con la sola Europa tra le mani, mi stavo quasi convincendo ad andare per l’ennesima volta in Spagna o in Grecia per potermi godere il mar Mediterraneo da una prospettiva diversa. Stavo già iniziando a immaginarmi a zonzo tra i paesaggi brulli della Grecia, o avvolta dalla vita notturna spagnola a suon di cerveza, quando ieri mi è arrivato un messaggio che ha totalmente mandato all’aria i miei piani. Una mia cara amica che vive a Lisbona da tempo mi ha invitata a unirmi a lei in un viaggio on the road in una delle regioni più belle del Portogallo. Ho cercato dei motivi per rifiutare, ma non sono riuscita a trovarne nemmeno uno. Che Portogallo sia!

Prima parte del viaggio: Lisbona

Inizialmente mi fermerò a Lisbona, a casa della mia amica, per un paio giorni. Sono passati un po’ di anni dall’ultima volta che ho visitato la città, quindi non vedo l’ora di tornarci e riscoprirla. Se c’è una cosa che non ho scordato di Lisbona sono i continui saliscendi delle sue strade. Non solo la zona del castello di San Giorgio le cui strade piene di tram ricordano San Francisco, ma tutta la città è un dislivello unico di salite e discese e salite e discese. Poco male, avrò modo di allenarmi correndo in salita per smaltire gli incredibilmente pesanti (quanto sono buoni però?) pastéis de nata.

Seconda parte del viaggio: Algarve

Dopodiché io e la mia amica raggiungeremo degli altri amici che vivono a sud di Lisbona, per poi proseguire verso la regione dell’Algarve. Non so ancora cosa aspettarmi da questi luoghi, sebbene ne abbia sentito parlare come incantevoli e fra i migliori dell’intero Paese. Faremo sicuramente tappa a Faro e Lagos (i due paesi più rinomati della zona), e cercherò di esplorare anche la zona circostante il monte Monchique, il più alto nella regione con i suoi modesti 902 metri d’altezza. Che dire? Vi farò sapere com’è andata. Non vedo l’ora!